Lavori

LE MIE IDEE E LA MUSICA...

Jîn Jîyan Azadì

Ancora un lavoro a quattro mani, questa volta con la figlia Giulia e ancora la presenza di Antonella Iris De Pascale che, con una sua opera, ispira questo racconto fatto di azione, sentimento, crescita, presa di coscienza. La storia di una giovane donna messa di fronte alla responsabilità di essere una privilegiata occidentale in un mondo in cui le donne combattono per la loro libertà, per la loro dignità e per i diritti di tutti gli esseri umani. Pensieri, paure, determinazione. Un omaggio a tutti i combattentƏ per al libertà e i diritti. Uno schierarsi deciso contro la violenza, la prevaricazione, la disumanità.

My name is Ernesto

Un opera a quattro mani di Antonella De Pacale e Antonello Anzani per un omaggio speciale – caldo, poetico, corale, fortemente voluto dalla sorella Antonella – a una tra le voci più amate della radio italiana, a un uomo che della musica, e del blues in particolare, ha fatto una scelta di vita, una “scuola di pensiero”. Ernesto De Pascale (Firenze, 13 febbraio 1958 – Montevarchi, 13 febbraio 2011) è stato conduttore radiofonico, musicista e produttore indipendente. Ha scritto per il quotidiano La Nazione, per le riviste Rolling Stone, Jam, Musica Jazz, Viva Verdi, Il Blues, Rosso Fiorentino, Doc Toscana e per le testate britanniche Record Collector e Rocksbackpages.

La Città Fantastica

Il viaggio, una metafora familiare alla nostra memoria. Il diario ritrovato di un Occasionale Viaggiatore, completare la traduzione e l’analisi di questo racconto senza tempo e confrontare la propria vita con gli episodi raccontati che sono il simbolo delle emozioni e della crescita del Protagonista, volutamente senza nome, che si ritrova ad essere egli stesso “Occasionale Viaggiatore della vita. Attraverso la lettura e l’ascolto di canzoni, volutamente lasciate allo stadio istintivo della scrittura di getto, che fissano pensieri ed emozioni del protagonista e delle sue considerazioni.

from Tulsa to Vagliolise

Un opera a quattro mani di Antonella De Pacale e Antonello Anzani per un omaggio speciale – caldo, poetico, corale, fortemente voluto dalla sorella Antonella – a una tra le voci più amate della radio italiana, a un uomo che della musica, e del blues in particolare, ha fatto una scelta di vita, una “scuola di pensiero”. Ernesto De Pascale (Firenze, 13 febbraio 1958 – Montevarchi, 13 febbraio 2011) è stato conduttore radiofonico, musicista e produttore indipendente. Ha scritto per il quotidiano La Nazione, per le riviste Rolling Stone, Jam, Musica Jazz, Viva Verdi, Il Blues, Rosso Fiorentino, Doc Toscana e per le testate britanniche Record Collector e Rocksbackpages.

Contattaci per info e richieste…