BIOGRAFIA

CULTURALMENTE E MUSICALMENTE FIGLIO DEGLI ANNI '70

Sono culturalmente e musicalmente figlio degli anni ’70 di cui mi porto dietro sogni e aspettative. Il mio approccio alla musica avviene nell’ormai lontano 1969 quando, per la prima volta, mi ritrovo con una chitarra in mano. Da allora non ci siamo più separati.

Nella metà degli anni ’70, ho varie esperienze di gruppi musicali. Inizia così il mio viaggio nella musica blues in cui decido, tra l’altro, di scrivere in italiano. Quindi, un po’ il contesto e un po’ la voglia di imparare, ai grandi autori e interpreti americani – meno quelli inglesi – affianco la canzone d’autore italiana; senza trascurare la scuola francese, la poesia, la letteratura (beat generation in primis), il cinema, ecc…

Ho fondato una coop di Teatro Musica, collaborato con realtà locali come il Centro-Rat Teatro dell’Acquario, il Consorzio Teatrale Calabrese. Ho fatto il fonico e il road manager per formazioni di jazz e blues.

Trasferitomi a Roma, ho frequentato l’ambiente de il Mucchio Selvaggio con il mio amico Maurizio Bianchini, di RaiStereoNotte con Ernesto De Pascale (con sua sorella collaboro ancora oggi); ho sviluppato alcuni progetti di album purtroppo mai pubblicati, fatto attività, live e curato la pre-produzione del gruppo Orixa poi prodotto da Pino Daniele.

Mi sono occupato di pubblicità in qualità di copywriter e direttore creativo, per poi tornare a “calcare la scena” riprendendo l’attività dal vivo donando al mio pubblico canzone d’autore in chiave blues. Ho pubblicato un CD “From Tulsa to Vagliolise e di due libri: La Città Fantastica e My name is Ernesto – contitolare con Antonella De Pascale, sulla figura del fratello Ernesto -.

Nel 2023 ho pubblicato il racconto “Jîn Jîyan Azadì – Ritratto di Donna Negata”, firmato con mia figlia Giulia. Nel 2024 è stata la volta del racconto “12.04.1943 Bombe su Cosenza”, il punto di vista di un bambino che si vede la guerra arrivare in casa. 

Contattaci per info e richieste…